Esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado a.s. 2018/2019

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

 

Come noto il decreto legislativo 13 aprile 2017, n.62  ha apportato significative innovazioni alla struttura e all’organizzazione dell’esame di Stato conclusivo deipercorsi di istruzione secondaria di secondo grado. Tali novità sono entrate in vigore dal 1° settembre 2018 , Di seguito si riportano i più importanti. 

Requisiti di ammissione all’esame dei candidati interni

Sono stati rimandati di un anno i seguenti requisiti :

  • la partecipazione, durante l’ultimo anno di corso, alle prove a carattere nazionale predisposte dall’INVALSI, volte a verificare i livelli di apprendimento in italiano, matematica e inglese;
  • lo  svolgimento  delle  attività  di  alternanza  scuola  lavoro,  secondo  quanto  previsto  dall’indirizzo di studio nel secondo biennio e nell’ultimo anno di corso.

Restano immutati gli altri requisiti di ammissione all’esame dei candidati interni   ovvero

 

  • l’obbligo di frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, fatte salve le deroghe per i casi eccezionali già previste dall’art.14, comma 7, del D.P.R. n. 122/2009;
  • Il conseguimento di una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo discipline e di un voto di comportamento non inferiore a sei decimi, fatta salva la possibilità per il consiglio di classe di deliberare, con adeguata motivazione, l’ammissione all’esame per gli studenti che riportino una votazione inferiore a sei decimi in una sola disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto.

 

CREDITO SCOLASTICO

Il credito scolastico maturato dagli studenti nel secondo biennio e nell’ultimo anno di corso hanno un peso decisamente maggiore nella determinazione del voto finale dell’esame di Stato rispetto alla precedente normativa, elevando tale credito da venticinque punti su cento a quaranta punti su cento.

Dall'anno scolastico 2018 /2019 il credito scolastico sarà attribuito , a partire dal terzo anno, secondo la seguente tabella

 

Per gli studenti che sostengono l’esame nell’anno scolastico 2018/2019 una seconda tabella specifica  la conversione del credito scolastico conseguito complessivamente nel terzo e nel quarto anno di corso.

 

Pertanto, per l’anno scolastico in corso il credito scolastico totale sarà determinato, per ciascun alunno, dalla somma dei credito del terzo e del quarto anno, già assegnati nei due  anni  scolastici precedenti,  convertiti sulla base della tabella di conversione , più il punteggio del credito scolastico attribuito per il quinto anno nello scrutinio finale applicando l’ultima colonna della nuova  tabella di attribuzione del credito scolastico.

 

Al fine di mettere gli studenti del quinto anno in condizione di avere contezza della propria situazione, i consigli di classe provvederanno ad effettuare tempestivamente e, comunque, non più tardi dello scrutinio di valutazione intermedia, la conversione del credito scolastico conseguito complessivamente nel terzo e nel quarto anno di corso da ciascuno studente, verbalizzandone l’esito. Inoltre, le scuole avranno cura di comunicare agli studenti e alle famiglie il credito complessivo del terzo e del quarto anno, come risultante dalla suddetta operazione di conversione, mediante i consueti canali di comunicazione scuola- famiglia.

LE PROVE DI ESAME E IL PUNTEGGIO FINALE COMPLESSIVO

 

Le prove d'esame saranno soltanto tre 

  • La prima prova scritta, che ha la finalità di accertare la padronanza della lingua italiana.. Essa consiste nella redazione di un elaborato con differenti tipologie testuali in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.
  • la seconda prova, in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositiva/esecutiva musicale e coreutica, che ha per oggetto una o più discipline caratterizzanti il corso di studi e che è intesa ad accertare le conoscenze, le abilità e le competenze attese dal profilo educativo, culturale e professionale dello specifico indirizzo di studi.
  • Il  colloquio,  anch’esso  finalizzato  ad  accertare  il  conseguimento  del  profilo  educativo, culturale e professionale degli studenti.

 

Una rilevante novità è stata introdotta dai commi 5 e 6   dell’art. 17 del d.lgs. n.62/2017. Infatti, fermo restando che le scuole elaborano il loro curricolo e progettano gli interventi didattico/educativi sulla base dei traguardi di apprendimento indicati dai DD.PP.RR. nn. 87,88 e 89 del 2010, si prevede l’adozione, con decreto del Ministro, - che sarà emanato entro il mese di Ottobre -  dei quadri di riferimento per la redazione e  lo  svolgimento delle  prove  scritte  e  la  definizione  delle  griglie  di  valutazione,  al  fine  di uniformare i criteri di valutazione delle commissioni d’esame per l’attribuzione dei punteggi.

PUNTEGGI

In ordine all’attribuzione dei punteggi d’esame , la commissione d’esame disporrà  di un massimo di venti punti per ciascuna delle due prove scritte e di venti punti per il colloquio. Tali punteggi si sommano a quello del credito scolastico, che, come detto in precedenza, può essere assegnato per un massimo di quaranta punti, sulla base della tabella di attribuzione del credito scolastico allegata al decreto legislativo ( commi 1 e 2 ).

Il punteggio minimo per superare l’esame resta fissato in sessanta punti ( comma 4 ).

La Commissione d’esame può motivatamente integrare il punteggio, fino ad un massimo di cinque punti, ove il candidato abbia ottenuto un credito scolastico di almeno trenta punti e un risultato complessivo nelle prove di esame di almeno cinquanta punti ( comma 5 ). La Commissione, inoltre, può motivatamente attribuire la lode, con deliberazione unanime, a coloro che conseguono il punteggio massimo di cento punti senza fruire della predetta integrazione del punteggio, alle ulteriori condizioni specificate dal comma 6 dell’art. 18.

Nota MIUR 4 ottobre 

Allegati

Non sono presenti allegati in questo articolo

Contatti