Premiaziazione delle eccellenze gastronomiche all'alberghiero di Vico

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Oggi nella sala conferenze della Sede Centrale del Nostro Istituto  sono stati assegnati i tempietti, i riconoscimenti che l’UCMed ( Università della cucina Mediterranea) attribuisce a quelle persone, aziende, enti che si sono particolarmente distinti nella valorizzazione e promozione della cultura enogastronomica.  Testimonial d’eccezione è stato il giornalista-gastronomade Vittorio Castellani, in arte Chef Kumalè, «I tempietti , spiega Alberto Corbino, president UCMed  ogni anno vengono assegnati per premiare chi, secondo i nostri parametri di giudizio che sono frutto di osservazione e verifiche sul territorio, sta ben rappresentando col proprio lavoro questa realtà lavorando per essa in nome di un cultura che si afferma sulla produzione e sulla gastronomia fine a se stesse".

Quindi non solo chef, ma l’insieme dei protagonisti di quella straordinaria filiera rappresentata dal mondo della formazione e informazione, della produzione e commercializzazione, dell’internazionalizzazione dei nostri prodotti». All’evento, oltre a Castellani, sono intervenuti  il sindaco di Vico Benedetto Migliaccio , il Dirigente dell’Istituto Armando Izzo e Sergio Corbino, fondatore e presidente di UCMed e  vice presidente nazionale del Centro Studi “Franco Marenghi” dell’Accademia Italiana della Cucina. Tra gli altri premiati : Gennaro Esposito dellaTorre del Saracino, Ernesto Iaccarino del ristorante "don Alfonso", Pietro Parisi (Era Ora), Cristoforo Trapani (La Magnolia),Mario Affinita (Don Geppi) Cataldo Mascolo (Conca Park), Domenico Pastore (Casale Del Golfo), Ciro Donnaruma (All’Angolo), Silvia Cella, Flavio Gargiulo, Paolo Esposito (Caruso), Aldo D’Oria (L’Antica Trattoria), Ristorante Mustafà, Nonno Luigino, Stefano Massa, Nicoletta Mannato, Maria Luisa Russo, Enzo D’Aniello (Hotel Torre Barbara), Antonino Esposito, Caseificio Marciano, Salvatore Esposito (Giardini di Cataldo), Benedetto Migliaccio,Gianluigi Gaetani dell’Aquila d’Aragona e Gennaro Gargiulo (Club Buon Appetito Penisola Sorrentina) e lo stesso Dirigente Armando Izzo per l'impegno speso in anni di formazione dei giovani futuri talenti dell'enogastronomia locale.

Allegati

Non sono presenti allegati in questo articolo

Contatti