Scambio culturale con la Bulgaria

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

 

 

 "Italia - Bulgaria"

La cultura va in trasferta

 

Il progetto di promuovere uno scambio culturale tra l’Istituto 105 “ATANAS DALCEV” , Liceo Linguistico di Sofia e Ipssar “F de Gennaro”, Istituto Professionale per i Servizi Albeghieri e dell’Accoglienza Turistica di Vico Equense è nata nell’anno scolastico 2009 / 2010 dall’iniziativa della prof. Giovanna Del Duca  docente di lingue dell’Ipssar  e  della prof. Silvana Abagnale  docente italiana all’estero in servizio presso l’Istituto sofiota  “ATANAS DALCEV”

Gli intenti del progetto sono stati :

  • Promuovere negli’allievi italiani la sensibilità verso il popolo bulgaro che ancora oggi continua  a confrontarsi e collaborare con la cultura italiana;
  • Garantire negli studenti, la possibilità di crescita e di apertura verso realtà molto differenti ma ricche di stimoli e di affinità ;
  • Stimolare lo sviluppo della lingua straniera, praticando le lingue  con coetanei, percependo  il valore della comprensione del dialogo, lo scambio e la conversazione assidua;
  • Consentire il confronto tra realtà scolastica e lavorativa socio economica e culturale  italiana e quella bulgara: i differenti curricoli e organizzazioni di studio;
  • Sensibilizzare all’enogastronomia dei paesi ospitanti; la cultura del cibo messa a confronto: pregi e difetti di una alimentazione differente.

 

Il progetto prevede uno scambio di studenti Italiani con un gruppo di studenti bulgari.

Le scuole di appartenenza si sono impegnate:

  •    ad organizzare le trasferte;
  •    a programmare la permanenza degli allievi nelle rispettive realtà famigliari territoriali ;
  •    a promuovere attività a sostegno dell’integrazione, lo scambio della cultura e promozione del territorio.

 

 Dopo un anno circa di preparazione, nel corso del quale gli allievi italiani della V A Turistica, hanno corrisposto via mail con i loro “omologhi” gemellati bulgari  iniziando una conoscenza reciproca, si è realizzata la prima fase del Progetto con l’arrivo e la permanenza della delegazione italiana a Sofia dal 4 al 9 ottobre 2010.

Nove giovani studenti dell’Ipssar De Gennaro accompagnati dalle docenti dell’Istituto sono stati accolti dalle famiglie dei corrispondenti e dai docenti dell’Istituto gemellato di Sofia.

Fin dall’inizio è apparso chiaro che tra i ragazzi si era creato un clima di simpatia e cooperazione che genitori e docenti presenti hanno stimolato ed incoraggiato.

Martedì 5 ottobre i giovani studenti italiani insieme ai loro corrispondenti bulgari hanno compiuto una prima visita in bus di  Sofia.

In seguito sono stati accompagnati all’Istituto “ATANAS DALCEV” dove sono stati accolti con una suggestiva cerimonia di benvenuto dalla Dirigente che ha dato loro il benvenuto ed illustrato in breve il programma dello scambio. Dopo il pranzo offerto dalla scuola, i ragazzi italiani sono stati accompagnati dai corrispondenti bulgari in aula dove hanno potuto seguire le lezioni aiutati dai numerosi docenti bulgari di lingua italiana. Così, per tutta la settimana, i giovani italiani e bulgari hanno seguito insieme le lezioni che nell’Istituto di Sofia si svolgono di pomeriggio.

Mercoledì si è svolta una interessantissima visita al Museo della cultura e tradizione bulgara dove i giovani allievi hanno avuto modi di ammirare i tesori dei Traci, antica popolazione autoctona, rinvenuti in varie località della Bulgaria.

Altrettanto interessante si è rivelata, il giorno successivo, la visita alla città di Plovdiv, l’antica Filippopoli dove  resti del teatro e stadio romano si mischiano alle chiese cattoliche ed ortodosse mentre all’orizzonte si stagliano  minareti e  cupole dei templi ebraici e dove sulla collina di Nebet la città vecchia mostra segni gli influssi della cultura turca che per 500 anni si è mescolata, pur senza prevaricarla, all’orgogliosa cultura locale.

Venerdì mattina la delegazione italiana  e quella bulgara sono state ricevute all’ambasciata italiana a Sofia dall’Ambasciatore che si è congratulato con i giovani rilevando l’importanza dell’iniziativa  volta a promuovere la conoscenza e la cooperazione tra popoli e paesi e ha chiesto ai giovani italiani che si inseriranno nel settore del turismo di operare per la promozione turistica di un paese come la Bulgaria ricco di storia , cultura, tradizioni ma anche di schietta umanità.

In seguito, grazie alla collaborazione di una docente bulgara di lingua italiana,  la visita di Sofia si è raffinata e i giovani hanno avuto modo di ammirare da vicino alcune delle più belle chiese ortodosse di Sofia con le loro originali iconostasi e di verificare riti e tradizioni della religione ortodossa.

Nel pomeriggio si è svolta la cerimonia dei saluti ufficiali. La Dirigente scolastica del Liceo Atanas Dalcev    si è accomiatata dagli allievi italiani con l’augurio che il loro soggiorno possa essere foriero di una relazione più stabile  tra i nostri due popoli perché è tramite la conoscenza diretta e senza pregiudizi dei giovani che può costruirsi la collaborazione tra paesi ed il futuro dell’Europa. La Dirigente ha donato agli allievi un gradito ricordo della scuola.  La delegazione italiana ha ringraziato la Dirigente Scolastica e le docenti dell’affettuosa e cordiale accoglienza  augurandosi di poter ricambiare al più presto in Italia.

Si è infine concordato di effettuare la seconda parte dello scambio, con l’arrivo della delegazione bulgara in Italia dal 4 al 9 aprile.

Infine Sabato 9 ottobre i ragazzi italiani e quelli bulgari insieme hanno goduto di una mattinata  libera per poter girare la città e  provvedere all’acquisto di qualche souvenir per amici e famiglie.  All’aeroporto i giovani, accompagnati dalle famiglie, si sono salutati. E’ in questa occasione che si è potuto verificare quanto fosse “riuscito” il progetto di gemellaggio: la commozione è stata tanta e a tal punto coinvolgente che è stato davvero difficile lasciarsi e l’unica consolazione è stata darsi l’appuntamento di li a pochi mesi in Italia.

 Visita la fotogallery

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti